Corso Violino Barocco [Propedeutico]

Pannello di gestione del corso per l'A.A. 2020/2021

DCPL
DCPL55  
Propedeutico
Sì  
Dipartimento
Strumenti ad Arco e a Corda  
Durata
3 anni  
Programma esame di ammissione

All’esame saranno ammessi studenti provenienti da corsi di violino, non è richiesto il possesso di arco o strumento barocco per l’esame di ammissione.
1.esecuzione di una scala con relativo arpeggio di terza e quinta, a scelta del candidato, da eseguirsi sciolta e legata, di 3 ottave.
2. Esecuzione di due studi indicati dalla commissione fra tre presentati dal candidato, scelti tra i seguenti autori:
 Geminiani (The Art Of Playing On The Violin),
 Kayser Op.20, Mazas Op.36,
 Sitt Op.32 Vol.3,
 Fiorillo (36 Studi),
 Kreutzer (42 Studi),
 Dont Op.37.
3. Esecuzione di un brano a libera scelta per violino solo o per violino e B.C., tratto dal repertorio violinistico del sec. XVIII.
4. Lettura a prima vista di un semplice brano scelto dalla commissione breve colloquio con il candidato.

PROVA COMUNE A TUTTI I CORSI: “TEORIA RITMICA E PERCEZIONE MUSICALE”
Si precisa che, oltre ai programmi di sopra indicati, gli studenti dovranno anche sostenere una specifica
prova relativa a “Teoria ritmica e percezione musicale”. Si segnala che le prove potrebbero tenersi in
giornate differenti, come da calendario di successiva pubblicazione.

PROGRAMMA DELL’ESAME DI AMMISSIONE DI “TEORIA RITMICA E PERCEZIONE MUSICALE” PER I CORSI PROPEDEUTICI

TEST DI ACCERTAMENTO DELLE COMPETENZE MUSICALI DI BASE
In base alle indicazioni ministeriali, contenute nella tabella E allegata al DM 382/17, lo studente che accede
al percorso propedeutico dovrà dimostrare:
1. Capacità di conoscere all’ascolto e di descrivere o classificare alcune tra le basilari strutture musicali
quali scale tonali, triadi, intervalli, principali successioni cadenzali ed elementari giri armonici,
limitatamente alle tre funzioni armoniche di tonica, sottodominante e dominante
2. Capacità di intonare per imitazione e per lettura estemporanea brevi melodie, nei modi diatonici
maggiore o minore, basate sulle tre funzioni armoniche di tonica, sottodominante e dominante
3. Capacità di eseguire ritmicamente, per lettura estemporanea, mediante sillabazione o percussione,
espressioni ritmiche tratte da partiture di livello simile a quello d’ingresso al corso propedeutico per il
settore d’indirizzo degli studi musicali
4. Padronanza dei codici di notazione e degli elementi teorico musicali di base, relativi alle partiture di cui
al punto 3.
PROGRAMMA D’ESAME
Test scritto
• Rispondere a quesiti relativi ai codici di notazione e agli elementi teorico musicali di base.
• Riconoscere/classificare intervalli, scale e triadi.
• Riconoscere/trascrivere semplici strutture ritmiche e melodiche.
Note
Il materiale musicale utilizzato nei test di accertamento delle competenze in ingresso e finale potrà essere tratto dal repertorio musicale o appositamente scritto dalla Commissione.
 
Creazione
22/12/2019  
Ultimo aggiornamento
22/12/2019